Birdwatching nelle Saline Oasi WWF con visite guidate

Il Birdwatching nelle Saline Oasi WWF è un’attività praticata nella Riserva delle Saline. Il Birdwatching è l’osservazione degli uccelli liberi in natura. Una passione straordinaria che può conquistare, avvincere chiunque, grandi e bambini. Il mondo del Birdwatching è un’infinita scoperta perché infinite sono le specie di uccelli da osservare, diverso come i tanti habitat in cui praticarlo, colorato come le quattro stagioni dell’anno.
Per gli amanti del birdwatching la Sicilia è una della regioni italiane più interessanti per osservare la migrazione degli uccelli. Zone umide, saline, boschi, montagne e litorali marini sono sparsi lungo tutto il territorio. Non mancano le oasi gestite dalla LIPU e dal WWF nonché i parchi e le riserve naturali protette. Trapani è una delle aree più interessanti da questo punto di vista.

Salina Calcara di Trapani e Paceco - Birdwatching nelle Saline Oasi WWF

Birdwatching nelle Saline di Trapani

 

Il Birdwatching nelle Saline Oasi WWF di Trapani è sinonimo di avventura

La Riserva naturale delle Saline di Trapani e Paceco (e le aree circostanti: Nubia, Marausa, Mozia), in quanto zona umida di notevoli dimensioni, ha tutte le caratteristiche ambientali di una laguna salmastra e come tale attira munerose specie di uccelli, anche rari. Negli ultimi anni sono state censite circa 170 specie diverse di uccelli, tra cui fenicotteri, aironi, cicogne e gru, che frequentano la zona lungo l’intero arco dell’anno. Il panorama delle specie presenti cambia nel corso dell’anno:

  • uccelli svernanti, che hanno nidificato più a nord e che passano l’inverno dalle nostre parti;
  • uccelli della migrazione primaverile, che provengono dall’Africa, dove hanno trascorso l’inverno;
  • uccelli nidificanti che si riproducono alle saline;
  • uccelli estivanti, cioè individui adulti ma non ancora sessualmente maturi che trascorrono l’estate;
  • uccelli della migrazione autunnale, che invece migrano in direzione dell’Africa per trascorrervi l’inverno.
Foto Salina Calcara di Trapani: scatti di Paolo Pantaleo

Foto Salina Calcara di Trapani: ambiente ideale per osservazioni e documentari

I periodi di maggiore “affluenza” sono i mesi da marzo a maggio, agosto e settembre, dicembre (in altre parole durante le migrazioni ed in inverno). Il maggior numero di specie è rappresentato dai Caradriformi, assieme a Ciconiformi e Anseriformi, tutti uccelli in qualche maniera legati all’acqua. Numerosi sono anche i Passeriformi, gli Anseriformi e i Fenicotteriformi.

Salina Calcara di Trapani e Paceco - Birdwatching | Visite guidate nelle Saline di Trapani

Birdwatching – Airone Bianco Maggiore

Tra gli uccelli che frequentano con più assiduità le zone umide-paludose nei dintorni di Trapani vi sono:

  • l’Arione bianco maggiore (in autunno e in inverno, quando alcuni esemplari si fermano per svernare)
  • l’Avocetta: arriva in primavera e depone le uova, sostando fino a giungo; alcuni gruppi trascorrono anche l’inverno
  • il Cavaliere d’Italia: arriva in primavera per nidificare e riparte a settembre
  • il Fenicottero, proveniente da varie zono del Mediterraneo (Tunisia, Sardegna, Francia)
  • il Fraticello: arriva in primavera per nidificare e riparte a settembre
  • la Garzetta, un piccolo airone tutto bianco che si può incontrare tutto l’anno

Unico e straordinario nel suo genere è, nello specifico, l’ecosistema incontaminato della Salina Calcara, essendo parte di una più ampia Oasi WWF, offre possibilità irripetibili di osservazione sia per la particolarità delle specie presenti nel parco naturale, che per l’ambiente pittoresco che ne fa da scenario.
Tra l’altro l’Oasi si trova all’interno di un Sito d’Importanza Comunitaria (SIC ITA010007) nei comuni di Paceco e Trapani.Salina Calcara di Trapani e Paceco - Visite guidate nelle Saline di Trapani


[huge_it_gallery id=”6″]


Per info e prenotazioni visite guidate:
[ Tel. Rossana: 320 7961240 | Mail: salinacalcara@gmail.com ]